© Copyright 1998/2023  P.IVA  12546450151

> Blog > Bilancio idrico: quanta acqua bere per regolare il metabolismo

Bilancio idrico: quanta acqua bere per regolare il metabolismo

Bere acqua è essenziale per la salute: scopri tutti i benefici

Quanto bere per mantenersi in salute

Quanto bere per mantenersi in salute e regolare il metabolismo? È risaputo che l’acqua abbia un’azione benefica sul nostro organismo, basti pensare a tutte le molteplici funzioni che aiuta a svolgere all’interno del corpo umano.

Come sottolineano gli esperti, assumere una giusta quantità di acqua durante la giornata aiuta a rimanere in salute, garantendoci benessere a 360 gradi.

Una corretta idratazione aiuta a mantenere stabile l’omeostasi di tutto il corpo, eliminando le tossine e le sostanze di scarto, normalizzando la temperatura corporea e purificando l’organismo.

L’acqua agevola il trasporto dei nutrimenti alle cellule, aiuta la digestione, mantiene la corretta umidità delle mucose e combatte affaticamento e stanchezza.

La presenza di acqua nel corpo umano

L’acqua è l’elemento base della composizione del corpo umano: essa infatti rappresenta la maggior parte del peso corporeo delle persone. La percentuale di acqua nel corpo varia a seconda del sesso e dell’età: un uomo adulto è composto da circa il 60% di acqua, una donna adulta dal 50-55%, fino ad arrivare a circa un 75% se si parla di neonati.

Ma dove si trova l’acqua nel corpo? Questa percentuale di acqua all’interno del corpo si distribuisce tra i vari organi in base alle esigenze strutturali e funzionali di organi, tessuti e cellule che lo compongono. I muscoli e gli organi interni, ad esempio, contengono il 75% dell’acqua corporea totale, il tessuto adiposo il 10% e lo scheletro il 3%.

L’acqua nel corpo mantiene stabili e ottimali le funzioni delle cellule e il volume del plasma sanguigno. Inoltre, l’organismo utilizza l’acqua per regolare precisi processi dei sistemi circolatorio, respiratorio, renale e digerente.

Questi sistemi a loro volta favoriscono il mantenimento del bilancio idrico dell’acqua, ovvero l’equilibrio tra entrate e uscite di acqua corporea, regolate tra la quantità di acqua che ingeriamo mangiando e bevendo e la quantità di quella che perdiamo tramite urine, sudorazione e respirazione.

Come viene regolato il meccanismo della sete

Il corpo umano, macchina perfetta, è in grado di indicarci quando abbiamo bisogno di assumere acqua tramite il meccanismo della sete. Quando questo meccanismo di autoregolazione funziona correttamente, è infatti il nostro corpo ad indicarci quando è il momento di idratarsi: esso tiene in considerazione le perdite idriche che avvengono fisiologicamente ogni giorno e ci stimola ad assumere acqua tramite la sensazione di sete.

Un ruolo importante nella gestione dell’equilibrio dei liquidi nel corpo è svolto dalla vasopressina, un ormone che insieme ai reni regola l’impulso della sete e del bere.

In alcuni individui, però, il meccanismo della sete non funziona in modo corretto: è il caso dei bambini e degli anziani, che sono maggiormente soggetti a disidratazione proprio perché lo stimolo naturale della percezione della sete non si regola correttamente.

Ecco perché è importante controllare la quantità di acqua che questi soggetti assumono giornalmente, per prevenire la disidratazione, che potrebbe avere effetti seri sulle attività dell’organismo.

Come rimanere idratati a seconda dell’età

Quanta acqua bere al giorno per regolare il metabolismo?è una delle domande che ci si pone più frequentemente. Per godere di una buona salute, il Ministero ha segnalato alcuni valori indicativi di riferimento che indicano la quantità di acqua che dovrebbe essere assunta giornalmente:

Questa quantità giornaliera di acqua da assumere è variabile a seconda delle persone, del sesso, dell’età, dello stile di vita, dell’ambiente nel quale si vive e del tipo di alimentazione che si segue.

Anche bere troppa acqua può essere un problema

Quando si assume un quantitativo più alto di acqua rispetto a quello che l’organismo è in grado di espellere si parla di iperidratazione.

L’iperidratazione può portare problemi ai reni: essi infatti possono elaborare solo una certa quantità di liquidi all’ora e, se si beve tanta acqua velocemente, non riescono ad adempiere alla loro funzione. Il non corretto funzionamento dei reni potrebbe portare le scorie, che solitamente vengono espulse, ad andare in circolo nel corpo.

Come facilitare l’idratazione

Abbiamo raccolto 5 consigli utili per assicurarsi ogni giorno un livello di idratazione efficace.

1. Bere acqua calda al mattino

Appena svegli, una buona abitudine è quella di bere acqua al mattino, possibilmente tiepida: questo aiuta a ripristinare l’idratazione dopo il sonno notturno e favorisce la riattivazione del metabolismo.

2. 8 bicchieri, senza pensieri!

È stato calcolato che i famosi 2 litri di acqua al giorno possono essere suddivisi in 8 bicchieri, da ripartire durante la giornata. Il consiglio è quello di assumerne 4 al mattino e 4 tra pomeriggio e sera.

3. Bere a piccoli sorsi

Per idratarsi correttamente, una strategia potrebbe essere quella di bere un piccolo sorso d’acqua ogni 15 minuti: questo aiuterebbe a mantenere stabili i processi metabolici e a non sovraccaricare i reni.

4. Acqua sempre a portata di mano

Avere sempre con sé una borraccia aiuta a ricordarsi di bere. In giro, in casa o in ufficio, un buon stratagemma per consumare acqua durante il giorno è quello di avere sempre con noi la nostra riserva liquida!

5. Scegliere cibi ricchi di acqua

Frutta e verdura sono la scelta ideale quando si parla di alimentazione in grado di offrire un buon livello di idratazione. Via libera quindi a spinaci, pomodori, arance e a tutte le prelibatezze offerte dalle stagioni!

Grazie alle soluzioni per l’acqua di casa di Blu, riuscirai a mantenerti idratato e a soddisfare il tuo fabbisogno di acqua giornaliera.

Decidi tu qual è la soluzione che più si adatta alle tue esigenze, scegliendo tra i boccioni d’acqua o un impianto sottolavello, per avere sempre disponibile acqua di sorgente o filtrata buona e pronta da bere.

 Vuoi avere acqua di sorgente o filtrata sempre a disposizione in modo comodo e sostenibile?

Altri articoli

Potrebbero
interessarti anche...