© Copyright 1998/2022  P.IVA  12546450151

> Blog > Il percorso dell’acqua dalla sorgente all’imbottigliamento

Il percorso dell’acqua dalla sorgente all’imbottigliamento

Come le acque di bottiglia, anche quelle dei boccioni non sono tutti uguali. Molte delle differenze dipendono dal cosiddetto percorso dell’acqua, composto da tanti diversi momenti che partono dalla captazione dell’acqua – cioè il prelievo dell’acqua da cicli naturali – al suo imbottigliamento.
L’acqua dei boccioni può essere di vario tipo: per consumo umano, di sorgente, da tavola, affinata o trattata. Alcuni di questi termini possono sembrare sinonimi, ma non lo sono. Ognuna vuole dire una cosa diversa, per esempio, alcuni boccioni contengono l’acqua dell’acquedotto comunale; altre possono invece essere state captate da falde freatiche o artesiane, acque superficiali correnti (fiumi) o stagnanti (laghi), acque subalvee e, raramente, da acque meteoriche o piovane.
Noi di Blu usiamo solo acqua di sorgente o acqua minerale.

La differenza del percorso d’acqua dipende principalmente da due fattori:

  • Provenienza
    L’acqua di sorgente o minerale, l’unica usata per i nostri boccioni, proviene esclusivamente da bacini idrogeologici naturali protetti e controllati. Le altre acque possono avere – come si diceva – qualsiasi origine, mentre la dicitura di sorgente, come quella minerale, deve avere ottenuto un riconoscimento ministeriale che ne riconosca la provenienza da falde o giacimenti sotterranei e che garantisca quindi un’acqua più buona e con qualità migliori per la nostra salute.
  • Imbottigliamento
    Imbottigliamo la nostra acqua allo stato naturale, senza prima trattarla. In questo modo la conserviamo fresca e pura come alla sorgente. Una volta terminato l’imbottigliamento i boccioni sono pronti per essere consegnati a casa tua o nel tuo ufficio in massimo 5 giorni, con un’acqua fresca come quando sgorga.
    I boccioni monouso di Blu sono realizzati in PET. Blu si occupa di tutto: tu non dovrai preoccuparti di niente, nemmeno di smaltire i vuoti perché il tuo Agente di Servizio personale li ritira quando ti consegna la scorta nuova. Blu, attenta al tema “acqua e ambiente”, ha infatti scelto di seguire un modello di economia circolare in cui niente viene buttato né sprecato. Consapevoli che le risorse naturali non sono infinite, questo modello prevede l’applicazione di una serie di pratiche che permette ai prodotti che usiamo di essere rigenerati.

In aggiunta a tutto questo Blu effettua controlli costanti non solo nel momento dell’imbottigliamento, ma anche all’origine per garantire che la qualità dell’acqua rimanga sempre la stessa. Le analisi chimico fisiche e microbiologiche vengono fatte presso laboratori interni ed esterni, accreditati dal Ministero della Salute.

Se vuoi verificare il percorso dell’acqua dei tuoi boccioni basta leggere l’etichetta: è lì che si trovano tutte le informazioni per scoprire la qualità e le proprietà organolettiche della tua acqua.

Altri articoli

Potrebbero
interessarti anche...